Filtrazione a sacco automatica

La filtrazione a sacco si utilizza per una prima lavorazione grossolana di liquidi come latte, vino o gelatina, per estrarre dal liquido in lavorazione particelle solide macroscopiche.
La batteria filtrante automatica è realizzata con filtri a sacco, valvole attuate, by-pass, trasduttori di pressione e pannello di controllo.  É un sistema filtrante adatto alla filtrazione sotto pressione che non causa modificazioni della struttura molecolare del prodotto trattato.  
 
La configurazione permette di utilizzare un solo filtro per volta o più filtri in "serie", con diversi gradi di ritenzione. Gli impianti automatici ACRAM permettono di automatizzare tutte le fasi del processo di filtrazione e di sanificazione dell’impianto, gestendo e controllando tutti i parametri sensibili che garantiscono la stabilità del prodotto da immettere in fase di imbottigliamento.
Gli impianti di filtrazione a sacco automatici ACRAM possono essere equipaggiati con vari accessori quali:
 
  • doppia linea di filtrazione per poter filtrare ininterrottamente h24;
  • scambiatori;
  • pastorizzatori;
  • calze filtranti;
  • CIP automatico;
 
Gli impianti ACRAM trovano applicazione nella produzione del latte, della salamoia, del vino, degli spiriti (ATEX), delle gelatine, delle bevande, etc.
Grazie alla progettazione e alla costruzione totalmente interna, gli impianti sono configurati tailor made di volta in volta, con allestimenti e funzionalità specifiche per soddisfare qualsiasi necessità.
Gli impianti ACRAM automatici per la filtrazione a sacco permettono di ottimizzare i costi di produzione riducendo l’impiego di manodopera, aumentano la sicurezza dell’operatore, eliminano la possibilità di errore umano e sono controllabili e gestibili da remoto.
Negli impianti ACRAM possono essere alloggiati elementi filtranti di differenti porosità ed è possibile personalizzare tutti i parametri operativi per le operazioni di filtrazione, di lavaggio e di sanitizzazione.