Impianti di microfiltrazione automatici

La microfiltrazione prima dell’imbottigliamento (stabilizzazione biologica a freddo) è uno dei momenti più critici nella filiera di produzione poiché costituisce l’ultima fase di lavorazione prima dell’immissione del prodotto sul mercato.
Gli impianti automatici di microfiltrazione ACRAM permettono di automatizzare tutte le fasi del processo di filtrazione, di sanificazione dell’impianto e del monoblocco di riempimento, gestiscono e controllano tutti i parametri sensibili che garantiscono la stabilità microbiologica del prodotto imbottigliato e l’assenza di residui chimici successivi alle operazione di lavaggio.
Gli impianti di microfiltrazione ACRAM possono essere equipaggiati con vari accessori quali:
  • doppia linea di filtrazione per poter filtrare ininterrottamente h24;
  • dosaggio coadiuvanti enologici;
  • scambiatore di calore (per vino e/o liquidi di lavaggio);
  • pastorizzatore;
  • carbonatatore;
  • CIP automatico (in linea o a ricircolo);
  • dispositivo solleva-campane;
 
Gli impianti ACRAM trovano applicazione nella produzione del vino, degli spiriti (ATEX), delle bevande, etc.
Grazie alla progettazione e alla costruzione totalmente interna, gli impianti sono configurati tailor made di volta in volta, con allestimenti e funzionalità specifiche per soddisfare le necessità del cliente.
Gli impianti di microfiltrazione automatica ACRAM permettono di ottimizzare i costi di produzione riducendo l’impiego di manodopera, aumentano la sicurezza dell’operatore, eliminano la possibilità di errore umano e sono controllabili e gestibili da remoto.
 
Negli impianti di microfiltrazione ACRAM si possono alloggiare qualsiasi tipo di elemento filtrante in quanto è possibile personalizzare tutti i parametri operativi per le operazioni di filtrazione, di lavaggio, di sanitizzazione e dei test di integrità.